Perché, malgrado i bandi ed i soldi spesi, a Norcia è saltata la festa di capodanno nei “tendoni” comunali?

Il gruppo consiliare ‘Noi per Norcia’(Giampietro Angelini, Cristian Coccia, Antonio Duca e Pietro Iambrenghi), con una interrogazione, ha chiesto chiarimenti sulla delibera di giunta comunale con la quale è stata avviata la procedura per la manifestazione di interesse per la concessione in uso della tendostruttura dell’ex stadio Europa per la notte di Capodanno 2020 ‘nel rispetto dei principi di trasparenza, adeguata pubblicità e parità di trattamento, proporzionalità, favorendo la partecipazione e la consultazione del maggior numero di soggetti potenzialmente interessati ad essere invitati, successivamente, ad un eventuale procedura di assegnazione attraverso l’invio di una lettera di invito a presentare l’offerta’.
Con la medesima delibera di giunta comunale veniva determinata in 1000 euro la tariffa di concessione per l’uso della tendostruttura per la notte di Capodanno 2020 mentre l’amministrazione comunale si sarebbe impegnata a ‘realizzare le porte e l’aumento di energia’ al fine di rendere la struttura concessa in uso idonea a svolgere eventi di aggregazione e delegando all’associazione concessionaria la richiesta delle autorizzazioni previste dal decreto ‘Gabrielli’ esonerando il comune di Norcia da qualsiasi responsabilità.
Siccome però, nonostante l’affidamento all’Associazione Polisportiva Città di Norcia, la notte di Capodanno 2020 non si è tenuto nessun evento presso la tendostruttura dell’ex stadio Europa nonostante l’amministrazione comunale ‘si sia spesa in tutti i modi e in 24 ore abbia fatto riparare il danno’ causato da un atto vandalico, il gruppo consiliare ‘Noi per Norcia’ ha chiesto all’amministrazione di sapere le ragioni che hanno impedito la realizzazione dell’evento, l’elenco dettagliato di tutte le spese sostenute dall’Amministrazione Comunale in questi anni e con quali fondi sono state pagate. I consiglieri chiedono anche se e in che modo, nel corso degli anni, sono stati liquidati alla Pro Loco di Norcia contributi per attività di collaborazione nella gestione della tendostruttura dell’ex stadio Europa e soprattutto, per quali motivi, visto che gli eventi del Natale e Capodanno (come tutte le altre iniziative turistiche e ricreative nel corso dell’anno) sono stati gestiti interamente dalla Pro Loco di Norcia dietro abbondante compenso – l’amministrazione comunale, solo per il Veglione di Capodanno, ha pensato di concedere in uso la tendostruttura attraverso una manifestazione di interesse che imponeva agli assegnatari di dover richiedere ed ottenere ‘preventivamente’ tutte le autorizzazioni necessarie’.